fbpx

Mutui a tasso variabile: negli ultimi anni le banche fanno sempre più spesso ricorso alle clausole floor. Cosa sono? Perché si pensa siano vessatorie? Come difendersi?

Quando si parla di floor bancario vengono subito in mente in contratti di mutuo a tasso variabile, quelli cioè, che cambiano in base all’andamento del mercato finanziario e, in particolare, dell’indice di riferimento Euribor (il tasso medio a cui avvengono le transazioni finanziarie in Euro tra le grandi banche europee) o il tasso stabilito dalla Banca Centrale d’Europa (o Mro): in pratica, se quest’ultimo sale la rata aumenta; se, invece, scende anche il costo del mutuo diminuisce. Al tasso Euribor bisogna aggiungere lo spread, termine con cui si intende una maggiorazione del tasso di interesse: in parole povere, il guadagno della banca (per un approfondimento completo sul tema, si legga Scegliere il mutuo migliore: Eurirs, Euribor, TAN, TAEG).

Continua su laleggepertutti.it al seguente indirizzo: http://www.laleggepertutti.it/144807_cose-il-floor-bancario

Autore:  Maura Corrado

Sito Web: www.laleggepertutti.it

Share This

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Preference Center

Necessary

Advertising

Analytics

Other