Gli obblighi degli eredi in caso di apertura della successione: quando la dichiarazione di successione non va fatta e quali sono gli effetti che ne scaturiscono.

Entro 12 mesi dalla morte del parente è necessario presentare la dichiarazione di successione; la dichiarazione va effettuata anche se ancora non è stata formalmente accettata l’eredità, potendosi rinviare tale adempimento a un momento successivo. Chi però non intende accettare l’eredità non è tenuto a presentare la dichiarazione di successione. Lo scopo della dichiarazione di successione è infatti quella di procedere a formalizzare il passaggio di proprietà di determinati beni come ad esempio gli immobili. Inoltre, la mancata presentazione della dichiarazione impedisce all’erede di poter disporre di alcuni diritti ereditati, quali ad esempio la possibilità di svincolare somme di denaro depositate sui conti correnti intestati al defunto. Ma procediamo con ordine e cerchiamo di vedere, in caso di dichiarazione di successione non presentata, quali sono le conseguenze.

 

Continua su laleggepertutti.it al seguente indirizzo: https://www.laleggepertutti.it/163593_dichiarazione-di-successione-non-presentata-quali-conseguenze

Autore

Sito Web: www.laleggepertutti.it

Share This

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Preference Center

Necessary

Advertising

Analytics

Other