L’accertamento del valore dell’immobile non può avvenire sulla base delle quotazioni Omi o con le rilevazioni dal satellite: c’è bisogno del sopralluogo.

Che significa «riclassamento dell’immobile»? Significa che, secondo l’Agenzia delle Entrate, la tua casa vale di più di quanto risulta nei pubblici registri. Con diverse conseguenze sul piano fiscale: dall’aumento della tassazione sugli immobili a quella in caso di vendita e donazione. Ma come fa l’Agenzia delle Entrate a dire che il valore della tua casa è superiore a quanto dichiarato? Su questo punto è aperto lo scontro tra uffici dell’amministrazione finanziaria e giudici: i primi tendono a fare accertamenti sbrigativi e sommari, senza muoversi dal tavolino e ricorrendo alle rilevazioni satellitari o alle quotazioni Omi (Osservatorio del mercato immobiliare); i secondi, invece, insistono nel ricordare invece che è necessario un sopralluogo diretto per accertare le concrete condizioni dell’immobile. Insomma, per la giurisprudenza gli accertamenti a tavolino sono illegittimi (leggi Rettifica valore immobili: quando l’Agenzia delle Entrate perde). Da ultimo è intervenuta una recente sentenza della Commissione Tributaria di Roma [1]: la pronuncia si risolve in una sorta di vademecum su come difendersi se per l’Agenzia delle Entrate la tua casa vale di più.

 

 

Continua su laleggepertutti.it al seguente indirizzo: https://www.laleggepertutti.it/156131_come-difendersi-se-per-lagenzia-delle-entrate-la-casa-vale-di-piu

Autore:  Redazione

Sito Web: www.laleggepertutti.it

Share This

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Preference Center

Necessary

Advertising

Analytics

Other