La dichiarazione di successione è un atto conservativo e non può essere considerato come accettazione tacita dell’eredità.

La denuncia di successione e il pagamento della relativa imposta, con riferimento al valore del patrimonio dichiarato, non comportano accettazione tacita dell’eredità, trattandosi di adempimenti fiscali che, in quanto diretti a evitare l’applicazione di sanzioni, hanno solo scopo conservativo e rientrano, quindi, tra gli atti che il chiamato a succedere può compiere anche se non ancora erede. È quanto precisato da una recente sentenza della Cassazione [1].L’eredità può essere accettata espressamente oppure tacitamente, con un comportamento tale da esprimere la volontà di divenire erede. I giudici hanno infatti chiarito che l’accettazione tacita di eredità può desumersi soltanto dall’esplicazione di un’attività personale del chiamato, tale da integrare gli estremi dell’atto gestorio ……

Continua su laleggepertutti.it al seguente indirizzohttp://www.laleggepertutti.it/151170_la-denuncia-di-successione-non-e-accettazione-delleredita

Autore:  Maria Monteleone

Sito Web: www.laleggepertutti.it

Share This

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Preference Center

Necessary

Advertising

Analytics

Other