La morte di una persona rappresenta il punto iniziale del fenomeno successorio che prevede il trasferimento del patrimonio agli eredi.

La legge [1] stabilisce che la successione si apre al momento della morte, nel luogo dell’ultimo domicilio del defunto. Per domicilio si intende il luogo in cui il soggetto stabilisce il centro principale dei propri affari ed interessi, sia di carattere personale e familiare che economico-lavorativo.

Il luogo di apertura della successione determina il tribunale competente in tutti gli adempimenti relativi all’accettazione o la rinuncia dell’eredità, alla nomina del curatore o dell’esecutore testamentario, alla pubblicazione del testamento e per le cause ereditarie. Appartengono al giudice del luogo dell’aperta successione tutte le cause fra coeredi, non solo quelle aventi ad oggetto i diritti caduti in successione, ma anche quelle attinenti alla qualità di eredi.

Continua su laleggepertutti.it al seguente indirizzo: http://www.laleggepertutti.it/152388_la-morte-e-lapertura-della-successione

Autore:  Rossella Blaiotta

Sito Web: www.laleggepertutti.it

Share This

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Preference Center

Necessary

Advertising

Analytics

Other