Quando non conviene la cedolare secca

Da in Articles con 0 Comments

I casi in cui la cedolare secca non fa risparmiare più e diventa preferibile optare per il regime di tassazione ordinario.

Se hai affittato una casa probabilmente conosci già l’ammontare delle tasse che devi pagare ogni anno sui canoni di affitto che percepisci. Si tratta di redditi fiscalmente imponibili, che si sommano a tutti gli altri tuoi redditi, che possono essere d’impresa, di capitali, di lavoro dipendente o autonomo.

Con la cedolare secca puoi tagliare in buona parte questa tassazione e pagare una percentuale fissa e predeterminata: il 21%, che in alcuni casi scende al 10%; con l’ulteriore beneficio di non dover neppure versare le imposte di registro e di bollo, che sono dovute sui contratti di affitto.

 

 

 

Continua su laleggepertutti.it al seguente indirizzo: https://www.laleggepertutti.it/364251_quando-non-conviene-la-cedolare-secca?fbclid=IwAR3y15tAZqr3doyjuJ0QdVOQHK13jluPFKL51A70iuQOHf7UhsFnf9Ui2oo

Autore: Paolo Remer

Sito Web: www.laleggepertutti.it

Share This

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Preference Center

Necessary

Advertising

Analytics

Other