Ho preso un appartamento in affitto, ma il padrone di casa non ha ancora registrato il contratto di locazione; avendo trovato dei difetti nell’appartamento e non volendo sostenere una causa per questo, posso recedere dall’affitto prima che avvenga la registrazione?

La legge [1] stabilisce che il contratto di affitto non ancora registrato è nullo: in buona sostanza, l’accordo – benché formalizzato in una scrittura privata – è come se non fosse mai stato firmato dalle parti. Quindi, l’inquilino che ha intenzione di recedere dal contratto di affitto non ancora registrato può farlo liberamente in qualsiasi momento, non avendo la locazione mai sortito alcun effetto, compreso quello dell’obbligo del rispetto della durata minima di legge. Anzi, secondo una sentenza recente della Cassazione a Sezioni Unite, l’inquilino può anche non pagare i canoni di affitto perché – come appunto appena detto – il contratto non è mai esistito per l’ordinamento e le prestazioni da esso scaturenti non devono essere eseguite.

Continua su laleggepertutti.it al seguente indirizzohttp://www.laleggepertutti.it/151430_si-puo-recedere-da-un-affitto-non-ancora-registrato

Autore:  Redazione

Sito Web: www.laleggepertutti.it

Share This

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Preference Center

Necessary

Advertising

Analytics

Other