Spese ordinarie: responsabile il solido l’acquirente solo per gli arretrati dell’anno in corso e di quello precedente. Spese straordinarie: conta chi era condomino all’approvazione dei lavori.

Nel caso di vendita di un appartamento chi deve pagare le spese di condominio eventualmente lasciate in arretrato dal vecchio proprietario? E chi deve versare  quelle derivanti da lavori straordinari approvati dall’assemblea prima del rogito? I chiarimenti arrivano da una recente ordinanza della Cassazione [1]. La Corte fornisce la soluzione per dirimere tutte quelle questioni che, spesso, conseguono alla vendita di un immobile: a carico di chi sono le spese di condominio? Deve pagare il venditore, al corrente della morosità in quanto titolare dell’appartamento all’epoca in cui il debito è sorto? oppure l’acquirente che, al momento della riscossione, è invece l’unico condòmino e, come tale, soggetto passivo delle richieste  dell’amministratore? Cosa prevede la legge in questi casi? Cerchiamo di fornire una soluzione.

 

 

Continua su laleggepertutti.it al seguente indirizzo: https://www.laleggepertutti.it/165968_vendita-immobile-a-carico-di-chi-sono-le-spese-di-condominio

Autore

Sito Web: www.laleggepertutti.it

Share This

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Preference Center

Necessary

Advertising

Analytics

Other